Il Regno Unito condanna la Cina per la detenzione della giornalista Zhang Zhan, ma in patria come la mettiamo con Julian Assange?

Il Regno Unito condanna la Cina per la detenzione della giornalista Zhang Zhan, ma in patria come la mettiamo con Julian Assange?

Spread the love
Tempo di lettura: 2 min

Il Regno Unito critica fortemente la condanna della giornalista cinese Zhang Zhan. Ma in patria, Julian Assange è sotto chiave in condizioni disumane nella prigione di Belmarsh per aver detto la verità, soprattutto su crimini di guerra statunitensi. L’ambasciata britannica a Pechino ha pubblicato lunedì una dura dichiarazione contro la Cina per aver condannato una giornalista a quattro anni di carcere, sollevando preoccupazioni sulla “libertà dei media” nel Paese. Ciò che non ha menzionato, tuttavia, è che in patria il governo britannico sta attualmente perseguitando uno dei suoi giornalisti, il fondatore di WikiLeaks Julian Assange. “Il caso di Zhang Zhan – che è stata arrestata per il suo rapporto sul Covid-19 a Wuhan all’inizio di quest’anno e oggi condannata a quattro anni – solleva serie preoccupazioni per la libertà dei media in Cina”, ha dichiarato l’ambasciata con l’hashtag Twitter (abbastanza ironico visto quello che succede in patria) “#DefendMediaFreedom”.

Segui Vivere Informati anche su Facebook e Twitter per rimanere sempre aggiornato sulle ultime notizie dall’Italia e dal mondo

La dichiarazione è stata condivisa anche dalla CNN, in particolare nelle persone di Jake Tapper e Deborah Haynes, dimostrando così (ancora una volta) una visione del mondo ipocrita e suprematista. Assange, che ha scatenato una serie di scandali governativi di alto profilo con le sue denunce sin dal concepimento di WikiLeaks nel 2006, è attualmente rinchiuso in una cella nella famigerata prigione di Belmarsh nel Regno Unito – insieme alla peggior feccia che si sia mai vista nella storia britannica – in attesa di estradizione negli Stati Uniti.

Un altro esempio degno di nota è il video del 2007 di un elicottero Apache degli Stati Uniti che spara su due giornalisti Reuters in Iraq. Zhang è stata condannata a quattro anni di prigione per le sue trasgressioni. Assange è stato rinchiuso per più di otto anni e non è stato ancora estradato. Per il “crimine” di aver rivelato una parte del vero volto del potere, Assange ha trascorso quasi sette anni agli arresti domiciliari nell’ambasciata ecuadoriana a Londra per evitare l’estradizione – dove era sotto sorveglianza segreta – fino a quando le autorità hanno fatto irruzione nell’ambasciata nel 2019 e lo hanno portato a Belmarsh. La sua salute ha sofferto, il fondatore di WikiLeaks ha subito un trattamento “disumano” in prigione, oltre ad essere stato separato dalla famiglia.

I casi di Julian Assange e Zhang Zhan sono entrambi simili, eppure molto diversi. La differenza più ovvia è che solo un “team di bulli” come i giornalisti più pagati nel Regno Unito o negli Stati Uniti avrebbero la faccia tosta di condannare un altro paese per aver fatto qualcosa che i loro stessi paesi fanno da sempre per mantenere il potere e impedire che la verità si diffonda.

Vivere Informati

Tratto da: RT

Pensi che alle tue amiche e ai tuoi amici possa interessare questo articolo? Condividilo!

Attualità Mondo