Odissea per i passeggeri dell’Intercity 35662 Livorno-Milano

Odissea per i passeggeri dell’Intercity 35662 Livorno-Milano

Spread the love
Tempo di lettura: < 1 min

Odissea per i passeggeri dell’Intercity 35662 Livorno-Milano. Il convoglio, partito dalla stazione di Genova Principe alle 9.15 ha subito un guasto al primo locomotore a Genova Pontedecimo, locomotore che è stato sostituito facendo accumulare al convoglio quasi due ore di ritardo. Ripartito da Genova Pontedecimo, il locomotore ‘nuovo’ si è rotto anch’esso e attualmente il treno è fermo a Arquata Scrivia (Alessandria). A quel punto il capotreno è stato aggredito da un passeggero. Sul posto 118 e Polfer.

E’ arrivato a Milano quattro ore dopo l’orario previsto l’intercity 35662 da Livorno, convoglio che ha avuto per due volte guasti e in cui il capotreno è stato aggredito da una passeggera ad Arquata Scriva (Alessandria). La scheda online del treno, partito questa mattina alle 6.52, segna l’arrivo alle 14.51 con esattamente 237 minuti di ritardo

Anche ieri c’erano stati ritardi sulla rete a causa di un tir che aveva perso il carico sui binari. Venerdì, invece, erano stati cancellati 23 convogli a causa di malattie e congedi del personale.
Fonte: Ansa

L’Italia, facendo parte della Nato, deve destinare alla spesa militare in media 52 milioni di euro al giorno secondo i dati ufficiali della stessa Nato, cifra in realtà superiore che l’Istituto Internazionale di Stoccolma per la Ricerca sulla Pace quantifica in 72 milioni di euro al giorno. Il risultato è che deficitano o sono fortemente carenti tutti i servizi fondamentali di cui noi cittadini necessitiamo, dal trasporto pubblico alla sanità, dobbiamo iniziare a rendere conto ai nostri politici di queste assurde spese militari.

Attualità Italia