Violenti scontri sono scoppiati a Parigi in mezzo alle proteste di massa contro le brutalità della polizia e un il nuovo disegno di legge (Video)

Violenti scontri sono scoppiati a Parigi in mezzo alle proteste di massa contro le brutalità della polizia e un il nuovo disegno di legge (Video)

Spread the love
Tempo di lettura: 2 min

Violenti scontri e incendi dolosi sono scoppiati a Parigi in mezzo alle proteste di massa contro le brutalità della polizia e un il nuovo progetto di legge che vieterebbe gli agenti di essere ripresi “in determinate circostanze”.

Migliaia di persone si sono mobilitate nelle scorse ore contro il controverso disegno di legge in più di 70 città francesi, con gli organizzatori che hanno sostenuto oltre mezzo milione di partecipanti e le autorità che stimano il numero a circa 150.000. Le manifestazioni diurne si sono svolte pacificamente, ma in prima serata sono scoppiati scontri in più città, tra cui Rennes, Lille, Bordeaux e Lione.

Segui Vivere Informati anche su Facebook e Twitter per rimanere sempre aggiornato sulle ultime notizie dall’Italia e dal mondo

Parigi è precipitata nel caos, costringendo la polizia al lancio di gas lacrimogeni e cannoni ad acqua dopo che manifestanti mascherati vestiti di nero hanno lanciato fuochi d’artificio e colpito la polizia con pietre.

A un certo punto, i manifestanti hanno incendiato l’ingresso della banca centrale francese, mentre i vigili del fuoco hanno lottato per raggiungere la scena attraverso le strade bloccate da recinzioni della polizia, barricate improvvisate e spazzatura in fiamme.

Sebbene non fosse chiaro quanti manifestanti siano rimasti feriti negli scontri, i media locali hanno riferito che almeno 37 agenti hanno subito ferite in tutta la Francia, mentre effettuavano almeno 46 arresti. I manifestanti esprimono la loro rabbia per un progetto di legge sulla sicurezza pubblica, approvato questa settimana dalla camera bassa del parlamento. Il controverso articolo 24 del disegno di legge cerca di proteggere gli agenti di polizia dal doxing e dalle molestie e vieta le riprese di poliziotti in servizio e la condivisione delle loro immagini online con  “l’intento di nuocere”.

I critici affermano che il disegno di legge viola la libertà giornalistica e verrebbe utilizzato per intimidire coloro che vogliono denunciare la brutalità della polizia e altri comportamenti scorretti. Uno di questi incidenti è diventato virale questa settimana dopo che è emerso un filmato che mostra la polizia francese picchiare e insultare un uomo di colore, apparentemente per non aver indossato una mascherina.

Traduzione a cura di Vivere Informati

Fonti: RT

Attualità Europa