Nucleare, FacciamoEco e Osservatorio Transizione all’unisono: ”Non è fonte green”

Nucleare, FacciamoEco e Osservatorio Transizione all’unisono: ”Non è fonte green”

Spread the love
Tempo di lettura: 2 min

Su Change.org una raccolta firme per non includere la fonte energetica tra le rinnovabili

Il Nucleare e il gas non sono fonti energetiche rinnovabili e come tali vanno mantenute fuori dalla tassonomia verde europea. È questo l’impegno chiesto al Governo, in particolare al ministro della Transizione ecologica, da FacciamoEco e dall’Osservatorio per la transizione ecologica-Pnrr promosso da Coordinamento per la Democrazia Costituzionale, LaudatoSì e NOstra che ieri pomeriggio, in una conferenza stampa tenutasi alla Camera, hanno presentato la petizione “Il Nucleare non sia incluso nelle rinnovabili!”.
La raccolta firme è stata lanciata su Change.org dall’Osservatorio e da un gruppo di promotori composto da autorevoli personalità del mondo scientifico e dell’ambientalismo italiano, la petizione ha raccolto oltre 2mila firme in pochi giorni e la sottoscrizione continuerà. “Il no a gas e Nucleare nella tassonomia europea che definirà le attività green, e che quindi darà accesso a importanti finanziamenti sia pubblici che privati, è basato sui fatti e non ha nulla di ideologico” sottolineano in una nota. “Il Nucleare di quarta generazione ancora non esiste nel mondo reale e sempre nel mondo reale ancora non è stata risolto il problema della sicurezza durante il funzionamento e delle scorie. Quando al Nucleare sicuro, i disastri di Three Miles Island, Chernobyl e Fukushima ci ricordano che anche quello è una chimera”. “Ci sono poi altre due ragioni molto pratiche per opporsi alla cordata pro-Nucleare capeggiata dalla Francia: l’energia atomica ha costi e tempi incompatibili con la transizione ecologica. Visto che lo sforzo maggiore per compiere la transizione ecologica lo dobbiamo fare da oggi al 2030, il Nucleare è impraticabile anche per una questione di tempi. “In quanto al gas è del tutto evidente che una fonte fossile è inquinante e non può essere considerata green. Siccome non abbiamo tempo né risorse infinite dobbiamo concentrare tutti gli sforzi sulle rinnovabili e impedire che una parte dei finanziamenti europei per le energie rinnovabili finiscano per sostenere atomo e fossili. L’Italia sta invece perdendo tempo sulle rinnovabili: secondo uno studio del Politecnico di Milano siamo in fondo alla classifica europea con un calo del 35% di nuove installazioni rispetto al 2019”. Per questo la petizione si conclude chiedendo al “Governo italiano di impegnarsi a bloccare il tentativo in sede europea di equiparare il Nucleare alle energie rinnovabili, se necessario ricorrendo al veto dell’Italia” come anche per il gas.

Tratto da: Antimafiaduemila

Attualità Mondo