La delegazione diplomatica della Federazione russa presso l’Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (OPCW) ha chiesto formalmente alla Germania di fornire tutti i dati relativi al presunto avvelenamento di Alexey Navalny e di renderli pubblici.

Dopo che Berlino si è rifiutata di condividere qualsiasi dato relativo alla questione Navalny, il personaggio considerato dall’occidente come oppositore di riferimento al governo di Putin, Mosca ha chiesto che i dati vengano inviati all’OPCW. La Russia ha contattato la Germania attraverso l’organizzazione, secondo quanto riferito a RT dall’inviato permanente dell’organizzazione a controllo delle armi chimiche e batteriologiche, Aleksandr Shulgin.

“Abbiamo inviato una lettera alla rappresentanza permanente della Germania”, ha dichiarato Shulgin a RT.

“Abbiamo chiesto ai tedeschi di fornirci informazioni esaurienti sui risultati di analisi, campioni di sangue, campioni biologici”, ha proseguito. “Ho inoltrato una mia lettera personale al direttore generale dell’OPCW, Fernando Arias, informandolo della nostra nota ai tedeschi e chiedendogli di renderla disponibile per tutti gli stati membri dell’organizzazione delle armi chimiche”, ha detto Shulgin.

Finora Mosca non ha ricevuto alcuna informazione da funzionari tedeschi nonostante le ripetute richieste di varie agenzie governative. L’unico risultato di questa mancanza di comunicazione è l’interruzione dell’indagine interna russa su quanto accaduto a Navalny, ha proseguito Shulgin. Tutto ciò ha ritardato l’indagine preliminare da parte del procuratore generale russo, necessaria per determinare se l’incidente richieda o meno un’indagine criminale a tutti gli effetti.

La saga di Navalny ha avuto luogo il 20 agosto, quando l’oppositore si è ammalato su un aereo in viaggio dalla città siberiana di Tomsk a Mosca. L’aereo ha dovuto fare un atterraggio di emergenza in un’altra città siberiana – Omsk – per poi essere trasportato alla clinica Charité di Berlino due giorni dopo. Navalny è stata dimesso dall’ospedale di Berlino, con i medici tedeschi che ritengono possibile “la piena guarigione” dal presunto avvelenamento. Tuttavia, i medici di Omsk hanno affermato di non aver trovato tracce di sostanze tossiche nei campioni di Navalny.

Tratto da: L’Antidiplomatico

2 pensiero su “Perché la Germania non rende pubblici i dati su Navalny?”
  1. […] Posso anche essere più specifico: in questi giorni, gli specialisti della Central Intelligence Agency (CIA) degli Stati Uniti d’America stanno lavorando con lui”. L’accusa bomba arriva poche ore dopo che Navalny ha affermato che Putin era dietro il suo presunto avvelenamento ad agosto. Navalny ha dichiarato alla rivista tedesca Der Spiegel di non avere “altre spiegazioni per que… […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.