Paolo Mieli: “Con il Pfizer molte più morti. Perché nessuno ne parla?”

Paolo Mieli: “Con il Pfizer molte più morti. Perché nessuno ne parla?”

Spread the love
Tempo di lettura: < 1 min

Il dibatto sui vaccini in questa fase è monopolizzato dai dubbi sul siero sviluppato dalla multinazionale anglo-svedese AstraZeneca. In seguito ad alcune morti sospette di persone a cui era stato inoculato il vaccino diversi governi hanno optato per una sospensione delle somministrazioni in attesa che l’EMA facesse le sue valutazioni in merito al pericolo di trombosi derivanti dalla vaccinazione. 

L’ente europeo ha dichiarato di non aver trovato alcun nesso e le vaccinazioni con AstraZeneca sono riprese. 

Segui Vivere Informati anche su FacebookTwitter e Instagram per rimanere sempre aggiornato sulle ultime notizie dall’Italia e dal mondo

Meno o quasi per niente si è parlato degli effetti collaterali con l’altro vaccino attualmente in uso in Italia. Quello prodotto da Pfizer/Biontech. 

Ospite della trasmissione televisiva Tagadà, in onda sull’emittente la7, il giornalista Paolo Mieli ha affermato: “I morti per trombosi da vaccino Pfizer sono stati più di quelli AstraZeneca”, aggiungendo poi: “Perché nessuno lo dice?”. 

Forse perché in corso una vera e propria guerra geopolitica con i vaccini utilizzati come arma e il siero prodotto dalla multinazionale anglo-svedese ha un costo molto minore? Secondo l’opinione di Paolo Mieli questa “non è una domanda irrilevante, ci sono due cose che producono lo stesso effetto”.

Tratto da: Antidiplomatico

Pensi che alle tue amiche e ai tuoi amici possa interessare questo articolo? Condividilo!

Attualità Società