Medici sul caso Navalny: cause ancora da accertare

Medici sul caso Navalny: cause ancora da accertare

Spread the love
Tempo di lettura: 2 min

Un team di medici è impegnato a salvare la vita dell’attivista Alexey Navalny, ha detto uno dei medici a capo dello staff. Rimane in una condizione “stabile ma grave”, anche se finora non è stata fatta una diagnosi precisa.

Il dottor Anatoly Kalinichenko, vicedirettore dell’ospedale di emergenza di Omsk, ha detto che la “è in pericolo di vita” di Navalny. In precedenza aveva osservato che “non vi è certezza che la causa delle condizioni di Navalny sia l’avvelenamento”.

Prima ipotesi: abuso di droghe e alcol

Il quotidiano indipendente moscovita Kommersant, citando il canale Telegram Pod’yem, ha affermato che i medici sospettavano che l’uso di droghe insieme all’alcol, la sera prima, potesse essere un fattore nella malattia di Navalny. Tuttavia, il suo portavoce, Kira Yarmysh, ha respinto queste affermazioni, dicendo che l’attivista non ha bevuto alcolici mercoledì.

Nel frattempo, l’agenzia di stampa TASS, citando una fonte, ha affermato che l’idea che Navalny possa essere stata deliberatamente avvelenata non è al momento l’obiettivo principale delle indagini della polizia. “Questa teoria non viene presa in considerazione ora”, ha rivelato la fonte. “Non è escluso che ieri abbia bevuto o preso qualcosa.” Quando Navalny è stato ricoverato in ospedale, gli è stato diagnosticato un “avvelenamento acuto con sostanze psichedeliche”, ha osservato.

I soci del popolare blogger credono che sia stato avvelenato e hanno già chiesto l’apertura di un procedimento penale.

Navalny, noto anche come leader del movimento di protesta di Mosca, si è ammalato giovedì mattina mentre tornava nella capitale dalla città di Tomsk. L’aereo ha effettuato un atterraggio non programmato e ora è in coma ed è collegato a un ventilatore.

Attuali condizioni di salute

“Le condizioni del paziente sono stabili e la terapia intensiva continua. Abbiamo compiuto progressi nella diagnosi del disturbo “, ha detto ai giornalisti il dott. Kalinichenko. “I dottori stanno facendo tutto il possibile”.

Il medico di Navalny, il dottor Yaroslav Ashikhmin, ha detto al sito di notizie in lingua russa finanziato dall’occidente Meduza che vorrebbe evacuare l’attivista nell’Unione europea per cure, e sono attualmente in corso negoziati con cliniche in Germania e Francia. Tuttavia, ha anche affermato il dottor Ashikhmin, la situazione è complicata dalle restrizioni imposte a causa del Covid-19.

Era d’accordo con il dottor Kalinichenko sul fatto che fosse troppo presto per trarre conclusioni sul possibile avvelenamento, ma ha detto che Navalny non aveva malattie che potessero causare questo tipo di condizione e che, prima dell’incidente di giovedì, era completamente sano.

Seconda ipotesi: avvelenamento. Le indagini della polizia

Il canale Baza Telegram ha riferito che la polizia ha intervistato un dipendente del caffè Viennese Coffee House, che aveva servito il tè all’attivista prima del suo volo. In precedenza, Yarmysh aveva riferito che questa era la sua unica bevanda della giornata e non mangiava alcun cibo.

“C’erano quattro persone nel turno: il responsabile del turno, un cuoco, il barista e la donna delle pulizie. In passato, non c’erano lamentele per avvelenamento nel bar “, ha affermato Baza”. La responsabile del turno ha anche detto che non ricordava chi avesse servito il tè a Navalny, ma poteva essere lei o il barista. Secondo lei, non aveva mai sentito parlare di Alexey Navalny prima e ha scoperto di più su di lui solo dopo l’ultima svolta degli eventi “.

“Nel frattempo, la polizia sta guardando le telecamere a circuito chiuso”, ha continuato il canale. Anatoly Kalinichenko, vice capo medico dell’ospedale di emergenza di Omsk dove è in cura Navalny, giovedì ha detto che “non c’è certezza che la causa delle condizioni di Navalny sia l’avvelenamento”. Più tardi, ha aggiunto che i medici sperano di fare presto una diagnosi esatta.

Vivere Informati

Fonte: RT.com

Attualità