Haiti: ondata di proteste guidate dalla polizia. Alcuni agenti di polizia haitiani hanno inondato le strade di Port-au-Prince per chiedere il rilascio di un collega che affermano sia stato incarcerato “illegalmente”. La protesta ha paralizzando la capitale mentre venivano incendiati veicoli e si scontravano con le forze di sicurezza.

Decine di ufficiali della polizia nazionale haitiana, la maggior parte vestiti con abiti civili, ieri si sono riuniti con altri manidestanti a Port-au-Prince. I manifestanti chiedono al governo la libertà di Jean Pascal Alexandre; un ufficiale arrestato a maggio con l’accusa di omicidio, vandalismo, distruzione di pubblica proprietà e per aver “minacciato” la sicurezza dello stato.

Scene di caos sono state filmate nella capitale haitiana dall’agenzia di video news RT Ruptly; che mostrano i manifestanti mentre danno fuoco a veicoli e pneumatici nelle strade, dove hanno anche eretto barricate improvvisate. Secondo quanto riferito, hanno anche lanciato pietre contro le autorità. I manifestanti sono stati anche visti vandalizzare un edificio governativo, anch’esso incendiato.

“Siamo fuori per la nostra richiesta di rilasciare Pascal, che è stato arrestato illegalmente”, ha detto ai giornalisti un ufficiale in uniforme che rappresenta i manifestanti sulla scena della manifestazione.

Diversi ufficiali arrestati in condizioni ancora “poco chiare”

Si ritiene che molti dei manifestanti appartengano al gruppo di polizia dissidente “Fantom 509”. Gruppo designato come organizzazione terroristica all’inizio di quest’anno a seguito di attacchi a diversi ministeri statali, secondo i media locali.

Secondo quanto riferito, il gruppo ha emesso un ultimatum al Ministero della Giustizia, promettendo di dare fuoco ad altre strutture governative nel caso in cui Pascal non sia rilasciato.

Mentre pochi dettagli sul caso di Pascal sono emersi nei resoconti dei media, l’Unione nazionale di polizia haitiana ha denunciato il suo arresto l’8 maggio subito dopo che si è verificato, dicendo che è stato effettuato in “condizioni poco chiare”. Da allora, gli agenti hanno organizzato una serie di proteste per l’incidente.

Haiti ha assistito a un’ondata di proteste guidate dalla polizia nelle ultime settimane; poiché anche gli ufficiali sono scesi in piazza per chiedere il rilascio di diversi poliziotti arrestati dopo l’assassinio di Monferrier Dorval, presidente dell’Associazione forense di Port-au-Prince, ad agosto. I cinque ufficiali sono stati accusati di aver abbandonato il loro posto di fronte alla casa di Dorval.

Traduzione a cura di Vivere Informati

Tratto da: RT.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.