Anche sul Covid la Germania ha infranto il patto europeo

Anche sul Covid la Germania ha infranto il patto europeo

Spread the love
Tempo di lettura: 2 min

Di Giuseppe Masala

Molti si domandano come mai la Germania abbia ricevuto 150mila dosi di vaccini a fronte delle 9500 dosi ricevute dall’Italia considerato che il patto sottoscritto a livello europeo prevede una ripartizione per nazione in rapporto alla popolazione. 

Beh, la risposta non ve la stanno dando per imbarazzo.

Semplicemente la Germania ha rotto il patto europeo firmando un accordo bilaterale con Biontech per 30 milioni di dosi di vaccino. 

Sic et simpliciter, come sempre, i tedeschi rispettano i patti europei fino a quando hanno un interesse ed un guadagno. Se per caso non c’è né interesse né guadagno o addirittura c’è una perdita senza pensarci un secondo rompono il patto e mandano tutti a fan**** senza nessuno scrupolo. Così hanno fatto sempre, così hanno fatto con i vaccini. 

Segui Vivere Informati anche su Facebook e Twitter per rimanere sempre aggiornato sulle ultime notizie dall’Italia e dal mondo

Detta in altri termini se la Germania avesse subito il disastro economico che ha subito l’Italia dall’entrata nell’Euro semplicemente se ne sarebbero andati da un pezzo. Volete la riprava? Semplice, nel 1979 fu lanciato lo SME (Sistema Monetario Europeo), un serpentone monetario dove le valute dei paesi partecipanti dovevano oscillare all’interno di una banda di oscillazione. Semplicemente all’inizio degli anni 90 durante l’attacco alla Lira e alla Sterlina la Bundesbank di punto in bianco smise di acquistare lire e vendere marchi, costringendoci alla svalutazione. Senza dibattere, senza lanciare avvisi: ci misero di fronte al fatto compiuto. 

Così hanno fatto con i vaccini in questi giorni presumibilmente perchè hanno fretta di vaccinare e ripartire e hanno così stipulato un accordo bilaterale in silenzio, fregandosene altamente delle contumelie europee (a cui credono solo i nostri governanti). La politica estera tedesca si basa sulla nota citazione del Cancelliere Schmidt “ultra posse nemo obligatur”. E l’ultra posse decidono loro quando arriva. 

Lo hanno sempre fatto, lo hanno rifatto oggi. Lo rifaranno in futuro quando bisognerà stringere i cordoni della borsa della Bce. La sentenza di Karlsruhe tornerà di moda.

Fonti: L’Antidiplomatico

Pensi che alle tue amiche e ai tuoi amici possa interessare questo articolo? Condividilo!

Attualità Europa