Quantum Financial System e Global Currency Reset. Una nuova era?

Quantum Financial System e Global Currency Reset. Una nuova era?

Spread the love
Tempo di lettura: 4 min

Di Armando Savini

Nel mio precedente articolo “BANCHE CENTRALI INDIPENDENTI E DEMOCRAZIA. LA FINE DI UN’ERA?” ho brevemente esposto la genesi della banca centrale e le sue finalità, anticipando che con l’avvento del Quantum Financial System, la supremazia incontrastata delle banche centrali potrebbe presto venir meno, inaugurando una nuova era per la società umana, la quale, dopo vari secoli, potrebbe liberarsi dalla morsa del debito. Ma che cosa sono il Quantum Financial System e il Global Currency Reset, e quale importanza rivestono oggi i computer quantistici?

Come ho già illustrato in Sovranità, debito e moneta. Quello che dovresti sapere e non ti hanno mai detto”, per Global Currency Reset deve intendersi un processo di riallineamento valutario internazionale, dove il dollaro perderà il suo ruolo di moneta globale, assunto con gli Accordi di Bretton Woods nel 1944 (Gold Exchange Standard). Il nuovo standard non sarà più il dollaro ma sarà costituito da oro, argento, palladio ed altri asset reali, cui saranno agganciate le valute mondiali (Real Asset Standard). Per Quantum Financial System (QFS), invece, si intende un sistema di pagamenti internazionale incentrato sull’Intelligenza Artificiale e sui network quantistici (reti di computer e altri dispositivi quantistici molto più veloci degli attuali), che permetterebbero al QFS di compensare le transazioni in tempo reale senza l’intervento di banche e banche centrali, garantendo, altresì, una sicurezza finanziaria del 100%. Tale sistema, secondo alcune indiscrezioni, dovrebbe rimpiazzare lo SWIFT (Society for Worldwide Interbank Financial Telecommunication). Prove dell’esistenza di questi sistema e del nuovo standard monetario mi sono giunte dall’Office of the Comptroller of the Currency (OCC), un ufficio indipendente del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti, che ha reso pubblico un accordo internazionale del 16 Giugno 2020, di cui riporto uno stralcio:

In preparazione al Global Currency Reset (GCR) e all’arrivo del Quantum Financial System attualmente in esecuzione parallela, qualsiasi attività finanziaria internazionale, regolata dalle rispettive agenzie, deve rispettare rigorosamente senza tolleranza alcuna, il protocollo e i regolamenti stipulati nell’International Quantum Initiative Act, passato alla Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti e approvato dall’ONU e dall’U.S.M.C.A. (precedentemente noto come N.A.F.T.A). (vedi QUI a p. 3)

Quando ho contattato l’OCC Public Affairs per chiedere maggiori dettagli su questo documento, mi è stato risposto che il file in questione è “sample fictitious correspondence”, senza, però, negare l’esistenza del “Quantum Financial System” né del “Global Currency Reset”.

Qualche mese fa, precisamente il 18 febbraio 2021, Paul E. Vallely, ex Generale maggiore dell’esercito degli Stati Uniti, nonché analista militare per Fox News, sul sito dell’organizzazione politica conservatrice Stand Up America US, ha pubblicato l’articolo The Quantum Financial System, di cui riporto uno stralcio:

Poco conosciuto, questo sistema è stato progettato in preparazione al rilevamento del Central Bank Monetary Debt System, per metter fine alla schiavitù finanziaria e al dominio sulla popolazione. L’Alleanza ha conferito al Presidente Trump la bacchetta magica per prendere il controllo del vecchio sistema bancario senza cambiarlo [cfr. National Quantum Initiative].

Chiunque abbia padronanza della fisica quantistica può capire l’effetto che questa tecnologia di informazione quantistica ha su ogni transazione finanziaria che passa attraverso il sistema finanziario quantistico. Non può essere modificato. La conferma e la divulgazione di questa fortunata componente del QFS è l’assicurazione e il segno distintivo di un sistema di trasferimento sicuro, neutrale e affidabile al cento per cento.

Segui Vivere Informati anche su FacebookTwitter e Instagram per rimanere sempre aggiornato sulle ultime notizie dall’Italia e dal mondo

Si scrive concorrenza, si legge monopolio privato

Alcune persone cercano di screditare il QFS che è il più grande progresso finanziario di tutti i tempi. Questo equivoco può essere il risultato del fatto che il QFS non ha eguali con alcun altra cosa che sia mai stata presentata al mondo prima d’ora. È come una macchina antigravità paragonata ad un’automobile. Non c’è una base reale per capire questa tecnologia. Non ha pari; non ha equivalenti nella tecnologia avanzata che qualcuno abbia avuto prima. È nuovo. Regna supremo nella tecnologia che usa per realizzare la sicurezza finanziaria e la trasparenza necessaria ai detentori di moneta per perseguire tutti gli obiettivi umanitari finanziari. Con il QFS, il mondo può essere inondato di valute sostenute dall’oro che sono progettate per eliminare il vecchio sistema finanziario della Cabala con i bankster centrali che tengono le fila di tutte le transazioni finanziarie. Il QFS distrugge il sistema bancario centrale.

Con l’attivazione del QFS, l’Alleanza avrà completamente distrutto il sistema bancario centrale Rothschild che è stato progettato da Meyer Amschel Rothschild (1744-1812) per controllare l’economia mondiale e porre la popolazione mondiale sotto la schiavitù del debito.

La verità è che il QFS ha operato in parallelo al Sistema di Banche Centrali per un po’ di tempo e ha contrastato molti tentativi di pirateria informatica da parte della Cabala per sottrarre fondi. Durante questo processo, molti bankster sono stati colti in flagrante e arrestati. Questo potente sistema di computer quantistici potrebbe assegnare un numero digitale a ogni Dollaro-Euro-Yen fiat giacente in ogni conto bancario del mondo e conseguentemente monitorare i flussi monetari in tempo reale; sapere esattamente dove vanno a finire particolari monete e quando vengono trasferite, chi le invia attraverso le sue credenziali e quale conto riceve il denaro. Solo monete garantite dall’oro che abbiano un certificato digitale aureo possono essere trasferite attraverso il QFS … Ogni moneta fiat che non sia pulita, chiara e che supporti il terrorismo o attività illegali non potrà diventare una moneta legale nel QFS.

Quando ho chiesto al Gen. Vallely da chi fosse composta l’Alleanza, mi ha inviato un articolo di S. Ehrlich pubblicato su Forbes, in cui si parlava di Crypto Council for Innovation (CCI), un’alleanza strategica tra Coinbase, Fidelity Digital Assets e Square Inc. e Paradigm, leader del settore con sede a San Francisco. Ma il termine alleanza molto probabilmente supera quella strategica del settore crypto. Si tratterebbe di tutte quelle forze politiche e economico-finanziarie, che da anni avversano il sistema neo-oligarchico consolidato e conosciuto anche come Deep State. Di questa Alleanza, secondo alcuni, avrebbe fatto parte lo stesso Presidente J. F. Kennedy. Goodson, in A History of Central Banking and the Enslavement of Mankind, a p. 193 n. 94, scrive:

Molti dei Presidenti degli USA, che sono stati assassinati, furono coinvolti nella riforma monetaria. Questi sono Abraham Lincoln, James Garfield, William McKinley, Warren G. Harding e John F. Kennedy. Il Presidente Richard M. Nixon aveva espresso un notevole interesse nel riformare la US Federal Reserve Bank mentre era in carica e questo potrebbe essere stato un fattore determinante per la sua caduta.

Qualora fosse implementato un sistema di questo genere potremmo assistere a una vera e propria rivoluzione copernicana del mondo della finanza e dell’economia, a un vero e proprio processo di democratizzazione economico-finanziaria, che probabilmente potrebbe far saltare molte posizioni consolidate, generando nuovi equilibri mondiali all’insegna di una pace solida e duratura. Guerre e pandemie non avrebbero più ragion d’essere, dal momento che le risorse di ogni Paese sarebbero tutte certificate.

Tratto da: databaseitalia.it

Pensi che alle tue amiche e ai tuoi amici possa interessare questo articolo? Condividilo!

Attualità Economia Mondo