La sorpresa tecnica della Corea del Nord minaccia di spostare gli equilibri di forza in Asia

La sorpresa tecnica della Corea del Nord minaccia di spostare gli equilibri di forza in Asia

Spread the love
Tempo di lettura: 3 min

Di Maurizio Blondet

L’11 e il 12 settembre, la Corea del Nord ha lanciato un nuovo missile a lungo raggio dalle caratteristiche rivoluzionarie: ha il raggio di un missile balistico (1500 chilometri) ma è da crociera, quindi sorvola basso e sfugge ai radar. Come ha riportato lunedì l’agenzia ufficiale del regime KCNA: “i missili da crociera a lungo raggio hanno sorvolato il territorio e le acque territoriali della Corea del Nord per 7.580 secondi e hanno raggiunto gli obiettivi a 1.500 km”, sapendo che “i test degli elementi del missile, motori, controllo e sistemi di guida, la potenza della testata ha avuto successo”. Si precisa che la costruzione di “un’arma strategica di cruciale importanza va avanti da due anni”, sapendo che “le caratteristiche tecniche del nuovo missile corrispondono alle specifiche”.

Come ha affermato l’ex comandante della Japan Air Self-Defense Force Toshimichi Nagaiwa, “A differenza dei missili balistici, ci sono pochissime informazioni sui missili da crociera della Corea del Nord, il che rende difficile la loro valutazione”.

Allarmatissimo, il rappresentante speciale degli Stati Uniti per la Corea del Nord Sung Kim (di origine coreana) è volato immediatamente a Tokyo per discutere della situazione nella regione, perché è probabile che, dopo i test del nuovo missile da crociera nordcoreano, sia cambiato l’equilibrio delle forze nell’area. Questo lancio organizzato da Pyongyang ha colto di sorpresa gli Stati Uniti e i suoi alleati, Giappone e Corea del Sud.

Sung Kim s’è tenuto a colloquio con il direttore del Dipartimento Asia e Oceania del Ministero degli Affari Esteri del Giappone Takeshiro Funakoshi, e il rappresentante speciale della Corea del Sud per la pace e la sicurezza nella penisola coreana, Noh Kyu-duk .

“I missili da crociera si muovono più lentamente e sono meno potenti dei missili balistici, quindi sarebbe relativamente facile contrastare un attacco che coinvolge i missili da crociera. Ma viaggiano a quote più basse, rendendoli difficili da rilevare con i radar e possono colpire bersagli in modo più preciso”, Lo ha detto Chang Young-keun, esperto di missili della Korea Aerospace University. I missili recentemente testati sembravano aver volato a un’altitudine massima di circa 100 metri, ha detto Chang, aggiungendo che l’attuale sistema di difesa aerea è progettato per rispondere ai missili che volano più alto.

o “segnerebbe il primo missile da crociera con capacità nucleare dichiarato nell’inventario della Corea del Nord, sottolineando i continui progressi del suo arsenale nucleare e il numero crescente di opzioni di consegna nucleare del paese”, ha affermato.

Segui Vivere Informati anche su FacebookTwitter e Instagram per rimanere sempre aggiornato sulle ultime notizie dall’Italia e dal mondo

La relazione del Parlamento europeo chiede di rivedere le relazioni con la Russia

Questa foto combinata, rilasciata dall’agenzia di stampa centrale coreana ufficiale della Corea del Nord (KCNA) il 13 settembre 2021, mostra un missile da crociera a lungo raggio lanciato da un lanciatore e che vola nel cielo.

La padronanza rivelata della Corea del Nord – che ha la Bomba – sulla nuova tecnologia militare, sullo sfondo di un’impasse nei negoziati sulla denuclearizzazione della penisola coreana, può cambiare gli equilibri di potere nella regione e spingere gli stati vicini a sviluppare armi uguali. Ciò comporterebbe gravi rischi per il regime di non proliferazione della tecnologia.

La scoperta, che aggiunge un fattore-sorpresa bellico nell’area indo-pacifica che è stata appena interessata all’alleanza anticinese degli anglo (Australia, Nuova Zelanda e USA), conferma l’inutilità come fattore deterrente delle sanzioni: sotto sanzioni da un ventennio, quelle contro la Corea del Nord sono state inasprite nell’agosto 2017, quando il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha decretato nuove restrizioni contro Pyongyang a seguito del lancio del missile balistico intercontinentale Hwasong 14. Un divieto alle esportazioni nordcoreane di vari minerali, ferro, piombo e frutti di mare. Poi ancora, l’11 settembre 2017, il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha imposto nuove sanzioni a Pyongyang per un nuovo test nucleare condotto il 3 settembre 2017. Tuttavia, a differenza dei missili balistici, i missili da crociera nordcoreani non sono soggetti sanzioni internazionali decretate dall’ONU.

Si ricorderà che alla vigilia del primo test del nuovo missile da crociera a lungo raggio, il 9 settembre, Pyongyang ha tenuto una parata militare in onore del 73° anniversario della Corea del Nord. Il leader Kim Jong-un era presente ma non ha tenuto alcun discorso . A differenza delle precedenti manifestazioni di forza militare, l’ultima parata nella capitale è durata solo un’oretta con un programma semplificato. Nessun nuovo modello di arma è stato presentato, ma una coreografia di uomini vestiti in rosso e con maschere antigas….Tant’è vero che i commentatori hanno concluso che Kim voleva non provocare i suoi avversari.

Tratto da: maurizioblondet.it

Pensi che alle tue amiche e ai tuoi amici possa interessare questo articolo? Condividilo!

Contribuisci anche tu alla raccolta fondi di vivere informati. Ogni piccolo gesto sarà fondamentale per migliorare il servizio offerto alla nostra comunità.

Grazie

 

Attualità Mondo