La Turchia e i suoi mercenari attaccano l’esercito siriano a Raqqa e Hasaka privando i civili di acqua ed elettricità

La Turchia e i suoi mercenari attaccano l’esercito siriano a Raqqa e Hasaka privando i civili di acqua ed elettricità

5 Aprile 2020 0 Di VivereInformati

I primi attacchi dell’esercito turco sono avvenuti a nord della Siria, a Raqqa. Secondo una fonte del portale Al Masdar News, le forze armate turche e i loro mercenari hanno preso di mira pesantemente le postazioni dell’esercito siriano vicino alla città di ‘Ayn’ Issa.

A seguito dell’attacco, l’esercito arabo siriano ha subito un paio di vittime nella campagna “Ayn” Issa.
 
Il motivo dell’attacco dell’esercito turco contro le postazioni dell’esercito siriano è sconosciuto, poiché quest’ultimo non avviato nessuna ostilità contro le forze di Ankara.
 
Tuttavia, l’attacco di oggi dell’esercito turco è il secondo nelle ultime 48 ore nel nord est della Siria.
 
Un attacco precedente è stato registrato vicino alla città di Manbij nella campagna di Aleppo.
 
Invece,  i mercenari sostenuti dalla Turchia hanno attaccato oggi la rete elettrica nel distretto di Tal Tamr del Governatorato di Hasaka, privando migliaia di civili di elettricità nella Siria nord-orientale.
 
Secondo l’agenzia SANA, la centrale di Tal Tamr è andata fuori servizio dopo che i miliziani hanno attaccato le linee ad alta tensione che alimentano la stazione.
 
“Le forze di occupazione turche hanno preso di mira la linea 66 della regione di Um al-Keif che alimenta la stazione di trasmissione Tal Tamr, causando un blackout di elettricità e privando i cittadini della città di Tal Tamir e delle aree circostanti dall’elettricità”, ha spiegato il direttore generale della compagnia elettrica Anwar Akala.
 
Ha aggiunto che i dipartimenti tecnici dell’azienda ripareranno i danni il più presto possibile.
 
Oltre a danneggiare la rete elettrica, i miliziani sostenuti dalla Turchia hanno anche privato di oltre 500.000 persone di acqua dopo aver nuovamente attaccato l’approvvigionamento idrico di Hasaka.
 
La popolazione di Hasakah ha sofferto immensamente negli ultimi mesi, poiché i miliziani sostenuti dalla Turchia continuano a prendere di mira le loro forniture elettriche e idriche.

Fonte: L’Antidiplomatico