Criticare Israele e sostenere i palestinesi ti rende un “reietto”. Chef Rubio nel mirino

Criticare Israele e sostenere i palestinesi ti rende un “reietto”. Chef Rubio nel mirino

29 Novembre 2019 0 Di VivereInformati

Questo è il vero totalitarismo e ci siamo dentro fino al collo.
Per uscirne fuori ci vuole un banco di barracuda, altro che quella roba demenziale delle sardine.

Chef Rubio è stato cancellato dalla puntata del programma Rai #Ragazzicontro per le sue posizioni su Palestina e Israele. La Rai a novembre ha diffuso una nota in cui ha fatto sapere che “per questioni di opportunità”, Chef Rubio non sarebbe stato presente nella puntata dedicata agli haters e al bullismo su internet. La puntata, tra l’altro era stata già registrata in ottobre e doveva andare in onda l’11 novembre.

Non solo. Chef Rubio è stato denunciato per istigazione all’odio razziale e diffamazione da Ilan Brauner, esponente di spicco della comunità ebraica di Treviso. Il motivo? Le sue dichiarazioni sul carattere “confessionale” dello Stato di Israele che, definendosi ufficialmente come stato ebraico, discrimina i cittadini israeliani non ebrei (palestinesi, drusi etc), avevano scatenato il solito armamentario di accuse di antisemitismo, troppo spesso diffuse artatamente ed anche sbagliate dal punto di vista storico.

Alle critiche Chef Rubio – a differenza di molti altri che al primo anatema calano le braghe – aveva risposto per le rime e tenuto il punto:

“Vorrei ricordare che i palestinesi, nonostante voi li consideriate inferiori alle bestie, sono SEMITI, quindi con me non attacca la storiella dell’antisemitismo solo perché critico la politica vigliacca e persecutoria di Israele. Se lo dice Roberto Saviano che si può criticare Israele, allora perché io non posso dire il vero, ossia che i cecchini sionisti sparano sui bambini per uccidere e invalidare le generazioni future, così da rendere il popolo palestinese dipendente da Israele? Israele non è una democrazia! Se lo Stato di Israele è ebraico non può essere democratico, perché non esiste uguaglianza. Se è democratico, non può essere ebraico, poiché una democrazia non garantisce privilegi sulla base dell’origine etnica. Fine della storia”.

Inevitabile però che gli anatemi dei terminali in Italia degli apparati ideologici dello Stato israeliano facessero scattare i meccanismi di una sorta neo maccartismo. Bloccato il programma Rai con la partecipazione di Chef Rubio e inserimento nella lista nera degli appestati. Non è stato il primo, non sarà l’ultimo almeno fino a quando il dibattito pubblico, storico e culturale del paese non si libererà di questa ipoteca.

Fonte: Contropiano, Giorgio Bianchi