Gli eserciti di “liberazione” occidentale calano la maschera, Trump pensa alla grazia

Gli eserciti di “liberazione” occidentale calano la maschera, Trump pensa alla grazia

21 Maggio 2019 0 Di VivereInformati

Il Comitato delle Nazioni Unite contro la tortura ha chiesto al Regno Unito di indagare sulle accuse di omicidio, tortura e abusi da parte delle sue truppe in Iraq, secondo quanto riportato dal Daily Mail.
Il gruppo ha enfatizzato la necessità di un’inchiesta pubblica indipendente, invitando vivamente il Regno Unito ad “astenersi” dall’introdurre leggi che garantiscano l’amnistia alle truppe che potrebbero essere state implicate in crimini di guerra.
Il comitato delle Nazioni Unite si è anche detto “seriamente preoccupato” che le accuse di maltrattamenti e omicidi da parte dell’esercito durante i disordini nell’Irlanda del Nord non sono state “indagate in modo efficace”.
Il segretario alla Difesa del Regno Unito, Penny Mordaunt, ha recentemente dichiarato che i veterani dell’esercito non dovrebbero essere “perseguiti ingiustamente per eventi accaduti decenni fa”, mostrandosi apertamente favorevole ad un’amnistia per i soldati britannici dai processi storici, secondo quanto riportato in precedenza da The Guardian.

Negli USA invece secondo il quotidiano statunitense The New York Times, Trump considera di concedere la grazia presidenziale ad un certo numero di soldati americani che sono stati condannati o sono stati accusati di vari reati, tra cui crimini di guerra, tentato omicidio e profanazione di cadaveri.

Fatti che dovrebbero far riflettere i popoli dei principali paesi occidentali che queste guerre le iniziano e le portano avanti (noi compresi), in modo che si faccia pressione sui propri governi perché le guerre non vengano più organizzate e combattute come sta per succedere in Iran. Se ciò non dovesse accadere anche i popoli avranno sulla coscienza parte delle responsabilità della distribuzione di interi paesi e popolazioni.

A cura di VivereInformati

Fonte: L’ANTIDIPLOMATICO