Incontro con Pier Giorgio Caria: documentarista e ricercatore di fama internazionale

Incontro con Pier Giorgio Caria: documentarista e ricercatore di fama internazionale

10 Aprile 2019 0 Di VivereInformati

Vivere Informati, insieme all’amico Stefano, ha incontrato e partecipato ad un evento di uno dei ricercatori internazionali più famosi e premiati al mondo nei suoi ambiti di ricerca, Pier Giorgio Caria.🌌Pier Giorgio Caria☄L’attività del ricercatore si arricchisce di numerose partecipazioni a trasmissioni radiofoniche e televisive su emittenti private locali, nazionali e internazionali, “Stargate” su La Sette, “Voyager” su RAI 2, “Cominciamo Bene” su RAI 3, “Piazza Italia” su RAI 1e RAI 2, “UNO Mattina Storie Vere”, su RAI 1, “Extremamente”, lo spazio di approfondimento ufologico condotto dalla giornalista Sabrina Pieragostini, all’interno del rotocalco televisivo “Studio Aperto”, in onda sull’emittente privata Italia1.Originario della Sardegna, dopo aver avuto esperienza diretta di avvistamenti di Oggetti Volanti non identificati (UFO), negli anni ’80 conosce il contattista italiano Eugenio Siragusa. Da tale incontro scaturisce un profondo interesse verso il tema, che lo porta a conoscere e a dare il via ad una stretta collaborazione con altri appassionati e ricercatori. 🗺Cominciò il suo viaggio:Messico, Argentina, Perù, Turchia, Spagna, Svizzera, Inghilterra, Germania, Lituania, Russia, Stati Uniti e, ovviamente, l’Italia.🔎Conobbe ricercatori di fama mondiale con cui collaborò come lo scrittore Erich Von Daniken, il prof. James Harder, il prof. John Mack, l’antropologo e scrittore tedesco Michael Hesemann, il ricercatore J. J. Benitez, il ricercatore e giornalista televisivo Jaime Maussan, il Dott. Roberto Pinotti, l’ex agente segreto NATO Robert O. Dean, l’ex Pilota USAF Guy Kirkwood (Mel Noel), l’ex Serg. Magg. Wendelle Stevens, l’analista Jim Dilettoso, l’ing. Inglese Colin Andrews massimo esperto sui cerchi🎖nel 1999 vinse un importante doppio premio, critica e pubblico, all’ “international film festival”, dedicato ai documentari sulle prove della presenza aliena che si svolgeva annualmente in Nevada, negli USA.🎖1999 vinse tre primi premi in diverse categorie, con due documentari: “Le profezie Maya e i cerchi nel grano” e “Il caso Urzi, un mistero nei cieli d’Italia”🎖nel 2005 vinse il primo premio, sezione documentari, al festival internazionale “Ionio film festival” 🎖Nel 2011 partecipa di nuovo alla rassegna americana e per la sesta volta vince il primo premio
Il documentarista si è cimentato anche in altre tematiche come, ad esempio, la legalità con due documentari, di cui ha realizzato regia e montaggio, dal titolo : “Il potere e la Mafia”, dedicato alle vicende dei magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, e “Paolo Borsellino, l’ostacolo tra lo stato e la mafia”, entrambi proiettati a Palermo durante le commemorazioni dei due eroi, e un terzo dal titolo “Pablo Medina, morte di un giusto”, lavoro del 2015, di cui ha curato la regia.