Andrea, Daniele e il loro progetto contro l’inquinamento e il riscaldamento globale

Andrea, Daniele e il loro progetto contro l’inquinamento e il riscaldamento globale

17 Marzo 2019 6 Di VivereInformati


BUONGIORNO LETTORI E BUONA DOMENICA. OGGI INIZIAMO CON UN BELLISSIMA STORIA E UN GRANDE PROGETTO CHE CI HANNO PRESENTATO DUE CORAGGIOSI RAGAZZI IN UNA BREVE INTERVISTA.

Ecco le loro parole di presentazione:

“Siamo Daniele Carradori ed Andrea Ciafardini (Sailingforsealife), due ragazzi di Roma e ci teniamo a specificare che siamo ragazzi di 16 e 17 anni.

Pratichiamo vela da diversi anni e lo scorso settembre, le nostre passioni per il mare e per il nostro sport ci hanno spinti ad ideare un progetto che potesse valorizzarle entrambe.

La nostra idea prevede di partire per un giro d’Italia con partenza (primi di luglio) da Genova ed arrivo (fine agosto, primi di settembre) a Venezia”.

 Qual’è il vostro SCOPO? 

“Molto semplice, cercheremo di immortalare (con video, foto e utilizzando un diario di bordo) le problematiche inerenti all’inquinamento delle acque del Mar Mediterraneo e del fenomeno del surriscaldamento. Inoltre abbiamo intenzione di organizzare degli eventi nel maggior numero di porti compresi nel nostro itinerario grazie al supporto di Marevivo durante i quali esporremo del materiale fornito proprio da questi ultimi e con la quale ci stiamo tenendo in contatto e abbiamo già tenuto un incontro presso la loro sede circa un mese fa”.

Domanda d’obbligo, avete partecipato due giorni fa alle manifestazioni contro i cambiamenti climatici?

“Certamente, Venerdì eravamo presenti a piazza Venezia per lo sciopero globale contro i cambiamenti climatici, giornata fondamentale per noi ma soprattutto per il nostro pianeta. Proprio durante la giornata abbiamo avuto il piacere di parlare con la presidentessa dell’associazione Marevivo che ci ha dato piena fiducia e il massimo del supporto.

Cosa serve per mettere in atto questo progetto così importante per voi?

Ovviamente ci siamo già spinti oltre la semplice idea, abbiamo preso contatti con una biologa marina di nostra conoscenza che sarebbe disposta a partecipare al progetto e ora ci stiamo informando per trovare i fondi necessari (circa 15.000€): barca inferiore ai 10m, eventuale attrezzatura mancante, costi di trasporto dell imbarcazione, cambusa e carburante, nonostante noi vorremmo fare tutto il viaggio a vela, abbiamo bisogno di carburante per le entrate in porto e per ogni eventualità. 

Il nostro è un appello a chi potrebbe fare tanto ma non fa niente e a chi non fa niente perché chi potrebbe fare tanto non glielo permette. 

Vogliamo dimostrare che tutti noi possiamo fare qualcosa. 

Vogliamo dare l’esempio a ragazzi della nostra età, vogliamo spronarli a farsi sentire”.

A conclusione della breve intervista, abbiamo ringraziato Daniele e Andrea per la loro determinazione e volontà. Stiamo vedendo ogni giorno sempre più, l’intraprendenza dei giovani che hanno preso coscienza delle gravi problematiche  che affliggono il nostro ambiente. Il fatto che continuino a rimboccarsi le maniche ci fa sperare in positivo per il futuro.

Complimenti!!!

E voi cari lettori? Ci aiutate a sostenere questi due campioni?